Centovetrine non chiude? Parla Pier Silvio Berlusconi: "Fiducioso di salvare la soap opera"

La soap andrà in onda anche in prima serata da domenica 22 gennaio. Ascolti determinanti per la sopravvivenza? Ecco le dichiarazioni di Berlusconi jr.

centovetrine-prima serata-ettore ferri.jpg Si apre uno spiraglio per Centovetrine (voto: 7), la soap di Canale 5 a rischio-chiusura che da domenica 22 gennaio andrà in onda (anche) in prima serata.

"Un prodotto come Centovetrine in questo momento è un superlusso per una televisione commerciale - spiega il vicepresidente di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi, a La Stampa - E' vero che va bene ma ha costi altissimi per soli 20 minuti al giorno, insostenibili".

"I produttori - aggiunge - ci devono venire incontro. Per questo mi sto impegnando in prima persona per riuscire a proseguire. E a questo punto posso dire che sono fiducioso".

E la mobilitazione da parte di attori e registi? "Ha rischiato di complicare le cose", dichiara Berlusconi jr.

A questo punto, dunque, non è escluso che la soap possa continuare con tagli consistenti al budget che probabilmente incideranno sui compensi degli attori e sulle riprese esterne.


LINK UTILI
Centovetrine la domenica sera dal 22 gennaio: Mediaset "crede nel prodotto" ma ascolti determinanti


Centovetrine, i lavoratori: "Natale amaro, produzione chiusa nonostante il gradimento di pubblico"

Centovetrine in prima serata la domenica da gennaio: solo con ascolti buoni la soap non chiuderà

  • shares
  • Mail