Paolo Bonolis: "Avanti un altro! ormai fa gli ascolti de L'eredità. Fattore C fu un clone"

Paolo Bonolis parla al Corriere della Sera e si dichiara soddisfatto per i risultati di Avanti un altro!. Ammette che Fattore C fu uno sbaglio e rivendica i buoni show che ha condotto.

bonolis-avanti un altro-2011.jpg Paolo Bonolis (voto: 8) è molto soddisfatto per gli ascolti di Avanti un altro! (7), il game show del preserale di Canale 5. E al Corriere della Sera sottolinea: "È un prodotto completamente nuovo, pensato sulle corde che più mi appartengono. Ha avuto bisogno di tempo per trovare il suo equilibrio, ma a oggi dopo neanche due mesi di emissione ha ottenuto molto di più di quello che si sperava potesse ottenere. L'obbiettivo era cambiare il meccanismo ansiogeno e l'atteggiamento tensivo tipico dei quiz. La nostra è una goliardia priva di ipocrisia, molto leggera, dove si vince o si perde, ma resta un gioco".

Sui dati Auditel: "L'obiettivo della Rete era il 17%, ormai siamo al 21% fisso come ascolto contro un competitor fortissimo come L'eredità che ha un gravame pubblicitario che è meno della metà del nostro, eppure ormai facciamo gli stessi numeri".
E smentisce di essere cattivissimo con i concorrenti: "Io sono sereno con loro. Sono nato in quartiere popolare dove ci si dice le cose in faccia con un sorriso. È più crudele l'indifferenza glaciale. Se non sai niente, io te lo dico che non sai niente".
Sul gioco finale, in cui bisogna dare la risposta sbagliata anzichè quella corretta: "Ciò che precede il gioco finale è legato alla conoscenza ma anche alla fortuna. Noi volevamo per le domande finali un registro differente. Questo gioco muove alcune parti del nostro cervello che utilizziamo molto poco, prevede un doppio salto mortale delle aree celebrali, per questo è difficile".
Se dovesse andare a cena con un nemico, tra Antonio Ricci e Cesare Lanza, sceglierebbe Lanza.
Tra i programmi in Rai e quelli in Mediaset preferisce quelli fatti per quest'ultima azienda. Anche se ammette che, "quando per dover necessariamente produrre in un breve lasso di tempo qualcosa non ho detto 'no l'idea non ce l'ho', partorimmo Fattore C, un clone per mettere una toppa sul buco della giacca".
Quanto alle trasmissioni che gli sono venute meglio "Sanremo mi è piaciuto molto farlo. Mi sono divertito molto a scrivere le sei edizioni di Ciao Darwin, goliardia allo stato puro. Mi è piaciuto fare Affari tuoi".




  • shares
  • +1
  • Mail