Rai1, dati Auditel allarmanti per varietà e fiction. Paolo Garimberti e Fabrizio Del Noce: "Preoccupati"

Momento difficile per Rai1 sul piano degli ascolti. Allarme di Paolo Garimberti. Non si nasconde Fabrizio Del Noce: "I dati Auditel sulle fiction mi preoccupano".

Pino-Insegno.jpg "Mi preoccupano gli ascolti di Rai1 che ancora ieri sera ha fatto ascolti che non sono da Rai1". Così il presidente della Rai, Paolo Garimberti, a margine del congresso della Federazione internazionale degli archivi televisivi facendo riferimento al programma Me lo dicono tutti! (voto: 5) andato in onda in prima serata mercoledì. "Il programma di Rai1 ha fatto gli stessi ascolti di Chi l'ha visto? - ha osservato - ma Rai1 è sempre stata l'ammiraglia, ha sempre avuto la leadership totale ed è raro che perda una serata. Non basta Lavitola (intervistato da La7 nella trasmissione Bersaglio mobile, ndB) a spiegare una cosa del genere".

"Questi dati - ha ribadito il presidente di Viale Mazzini - mi preoccupano ed è su questo che bisogna lavorare", ha osservato ancora replicando a chi gli chiedeva che cosa si può fare per risolvere il problema: "Se avessi la ricetta farei anche il direttore ad interim di Rai1, siccome non ce l'ho e siccome faccio il giornalista, ognuno faccia il suo mestiere: io dico gli ascolti mi preoccupano fatemi delle proposte di cui parleremo poi in consiglio con lo stesso direttore di Rai1. Ma è sui dati che ci dobbiamo confrontare".
A parte Don Matteo 8 (7) periodo difficile anche per le fiction. Tiberio Mitri-Il campione e la miss (6) ha ottenuto il 15,9% e il 15,5% mentre Il segreto dell'acqua (5) ha una media del 12,3%.
Fabrizio Del Noce, direttore di Rai Fiction, non si nasconde dietro risposte di circostanza: "Questi dati - ammette a Il Giornale - ci hanno sorpreso in maniera negativa. Soprattutto per quanto riguarda Tiberio Mitri, una serie ben realizzata e con una cast importante. Penso che sia stata danneggiata dallo stop giudiziario (doveva andare in onda in primavera) e dal fatto che il pubblico sia stato bombardato durante l'estate dalle repliche. Invece per Il Segreto dell'acqua, una serie dal linguaggio difficile, è stata sbagliata la programmazione: bisognava mandarla in onda fuori garanzia a inizio settembre o più avanti, dopo titoli più forti". Il futuro a breve come lo vede? "Penso che la fiction rimarrà un genere ancora molto forte e adatto al pubblico di Rai1. E che, nonostante le difficoltà generali, alla fine della stagione anche quest'anno recupereremo punti".


  • shares
  • Mail