Il giovane Montalbano, su Rai1 Michele Riondino nel prequel della serie interpretata da Luca Zingaretti

Montalbano-Prequel_Michele-Riondino.jpg LE FICTION CHE VEDREMO Montalbano prima di Luca Zingaretti (voto: 8) ha il sorriso del trentenne Michele Riondino. Operazione più unica che rara, la fiction va indietro nel tempo, nel prequel racconta il commissario vent'anni prima: chi era prima di arrivare a Vigata, era allergico al potere, aveva già quel carattere? Come ha conosciuto Fazio, Mimì Augello e Catarella? E Livia quando l'ha incontrata? Come ha scoperto la famosa casa di Marinella con la terrazzetta affacciata sul mare?
Tutto è racchiuso in una nuova serie. Andrea Camilleri l'aveva descritto nei suoi racconti (La prima indagine di Montalbano, Ritorno alle origini, Sette lunedì, Meglio lo scuro, Ferito a morte, Il quarto segreto) e da quelle pagine lo scrittore - insieme a Francesco Bruni, Salvatore De Mola, Chiara Laudani e Leonardo Marini - ha costruito le sceneggiature per Il giovane Montalbano. Progetto che lega letteratura e televisione, Montalbano è diventato un marchio di successo per il produttore Carlo degli Esposti che insieme a Rai Fiction ha realizzato sei film (in onda a primavera su Rai1) diretti da Gianluca Maria Tavarelli.

"Ci sembra il modo di rendere omaggio al personaggio e ai lettori - spiega a Repubblica il capostruttura di Rai Fiction Eleonora Andreatta - c'erano tante domande senza risposte, Montalbano è amatissimo dal pubblico, un personaggio affascinante e ancora tutto da scoprire. Indagando nel passato riusciamo a trovare le spiegazioni del suo comportamento nel presente, è molto interessante riannodare il filo del racconto".
"Quando mi hanno proposto il ruolo non volevo accettare - racconta Riondino - ci ho pensato tanto, mi sembrava un azzardo, è chiaro mi spaventava l'inevitabile confronto con Zingaretti. Poi ho parlato con Tavarelli e con Camilleri, che ci ha spiegato le sfumature, mi ha rassicurato e ci ha raccontato com'era Montalbano trentenne. Ha studiato Giurisprudenza a Palermo, ha sfiorato amicizie ai margini della legalità, cresce portandosi dietro le incomprensioni col padre. Fa il suo apprendistato di futuro commissario a Mascalippa in montagna e si sente perso: sogna il mare. Quando ottiene il trasferimento a Vigata rinasce".


Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO