Ris Roma 2, martedì su Canale 5 l'ultima puntata: le anticipazioni della trama. Rassegna stampa: onesta tenuta della fiction poliziesca

ris roma 2-foto.JPG Martedì 24 maggio in prima serata su Canale 5 andrà in onda l'ultima puntata di Ris Roma 2 (voto: 7). Cosa accadrà? Il capitano Brancato (Euridice Axen - 7 -) è sulle tracce dell'uomo misterioso che sta aiutando la banda del Lupo a fuggire dall'Italia. Nel frattempo i suoi uomini indagano sull'omicidio di una ragazza particolarmente affascinante. Ghirelli (Fabio Troiano - 7 -) sta mettendo a punto una trappola virtuale per fermare la fuga di Stinco (Marco Mario De Notaris). Intanto il Lupo si gioca il suo ultimo, sorprendente asso nella manica.
RASSEGNA STAMPA Antonio Dipollina su Repubblica: "L'avversario cresce di tono e spietatezza - una banda alla Arancia Meccanica - il passo si fa invece più rotondo, con maggior indugio sulle relazioni interpersonali degli arcigni e decisi e molto scientifici carabinieri. Ris è alla settima stagione e significherà pur qualcosa. L'onesta tenuta della fiction poliziesca è un cardine della tv, se esiste è un bene - e soprattutto serve a fuggire dalle micidiali tirate dei talkshow sui casi della realtà italiana, che più sono irrisolvibili più sono funzionali alla tv. Nuovo ingresso nel cast quello di Simone Gandolfo, in ruolo azzeccato: uno che ha il problema di scendere dalla bicicletta (è stato in tv sia Coppi che Girardengo) ma ha espressione e modi che si ricordano".
Walter Siti su La Stampa: "Il prodotto della premiata ditta Valsecchi è ben confezionato ed esemplare del genere: recitazione efficace con ottime punte (Fabio Troiano e Massimo Wertmuller), uno schema narrativo semplice e facile da serializzare (un gruppo di bizzarri killer come filo conduttore, con singoli delitti risolti in ogni puntata), una sapienza artigianale impeccabile (inizio di corsa, perfetto teaser finale con tanto di orologio che scandisce i minuti di un possibile attentato). Secondo stereotipi già collaudati c'è la bella capitana coraggiosa in conflitto coi superiori prudenti, c'è lo scandaglio psicologico, ci sono amori latenti con alleggerimenti comici. Ci sono ammicchi non casuali all'attualità italiana (l'utilità delle intercettazioni, il giovane pirata della strada uscito ubriaco da una discoteca) e c'è l'onnipotenza modernissima della tecnologia: i computer sono protagonisti, tutta la vicenda è una lotta di hacker e di blogger, gli strumenti di analisi sono sofisticati. L'infallibilità dei poliziotti conferma l'essenza onirica dell'intero impianto narrativo".


  • shares
  • Mail