Zelig Svisti e mai visti, giovedì su Canale 5 il meglio e quello che non si è visto in onda di un'edizione di successo. Con Claudio Bisio e Paola Cortellesi

Paola Cortellesi e Claudio Bisio (mezzo busto) DSC_2531.jpg Giovedì 12 maggio, alle ore 21.10 su Canale 5, parte un ciclo di speciali, dal titolo Svisti e mai visti, per raccontare questa eccezionale edizione di Zelig (voto: 7,5) con tutto il meglio dello show di Claudio Bisio (8) e Paola Cortellesi (8) ma anche con tutto quello che non si è mai visto in onda. Così, proprio nel giorno del 25° compleanno del marchio (era il 12 maggio del 1986 quando il cabaret di viale Monza 140 a Milano apriva i battenti), partono 4 speciali dedicati al varietà comico più amato.
Nella prima puntata si esibiscono Ficarra&Picone, Enrico Bertolino, Enrico Brignano, Leonardo Manera con Claudia Penoni, Raul Cremona, I Mancio&Stigma con la rappresentazione dei ragazzi Emo, i Senso D'Oppio e molti altri. Tra gli sketch inediti quello del sindaco di Milano Letizia Moratti (interpretata da Paola Cortellesi) con il venditore di film hard Marco Guarena.
E questa è stata un'annata davvero particolare e ricca di successi. A cominciare dai contenuti che il tridente autoriale, composto da Gino&Michele e Giancarlo Bozzo, ha saputo rinnovare stagione dopo stagione. Oltre alla coppia inedita di conduttori sono stati portati alla ribalta nuovi talenti comici che hanno saputo fare subito breccia tra il pubblico: a cominciare dai Mancio&Stigma che interpretano i ragazzi Emo, per continuare con il trio dei Boiler che propone in chiave ironica la liturgia delle conferenze stampa. Dallo stalker telefonico Andrea Sambucco, che ha minacciato puntata dopo puntata i conduttori, alla disco-dance evocativa dei Senso D'Oppio fino ad arrivare al tormentone del mini-gigolò Rocco o al televenditore di video hard Marco Guarena. Per non parlare del grande spazio che ha rivestito la satira con il ritorno di Ficarra&Picone e la gag di Angelino&Niccolò (l'avvocato e il ministro intenti a promuovere leggi ad personam). La parodia del sindaco di Milano Letizia Moratti e del ministro Daniela Santanché, alias Paola Cortellesi. Oltre a loro, taglienti anche alcuni monologhi di Enrico Bertolino, Gene Gnocchi o le battute a volte pungenti a tratti fulminanti del Mago Forest. Altro fiore all'occhiello di questa edizione le parodie musicali a firma Rocco Tanica, autore televisivo e tastierista del gruppo Elio e le storie tese, che ha sfornato una serie di hit degne di una vera compilation e interpretate con l'inconfondibile ironia di Bisio/Cortellesi: come il capolavoro dedicato alla città di Cuneo (sulle note della canzone Empire State of Mind di Alicia Key e Jay-Z), la rivisitazione di Supercalifragilistichespiralidoso di Mary Poppins, il medley dedicato alle musiche di 007 o di Titanic fino ad arrivare all'ultimo irriverente duetto dal titolo Menomale che Sergio c'è, rivisitazione dell'inno dedicato al premier Berlusconi.
E poi ci sono i riconoscimenti, come il Premio Immagini Amiche 2011 (promosso dall'Unione Donne in Italia) che è stato assegnato al programma perché "creativo senza strumentalizzare il corpo delle donne" e l'Oscar Tv 2011 (51° Premio Regia Televisiva) conferito alla trasmissione e a Claudio Bisio come personaggio maschile dell'anno.


  • shares
  • Mail