Italia's got talent 2: sabato su Canale 5 con Maria De Filippi, Rudy Zerbi e Gerry Scotti (che gongola per ascolti e guinness a Lo show dei record)

giudici italia's got talent 2.jpg Sabato 7 maggio in prima serata, su Canale 5, dal Teatro Massimo in Roma, parte la sfilata di talenti sul palco di Italia's got talent, giunto alla sua seconda edizione. Il format internazionale (ideato da Simon Cowell), dedicato al talento e all'attitudine artistica in ogni sua forma, al divertimento e allo stupore, si propone al pubblico di Canale 5 con sei appuntamenti: quattro di casting, una semifinale e una finalissima in cui viene decretato il vincitore unico. Squadra che vince non si cambia e così ecco la formazione al completo: i tre giurati d'eccezione Maria De Geppi Cucciari e Simone Annicchiarico.jpg Filippi (voto: 8), Gerry Scotti (7) e Rudy Zerbi nell'inusuale ruolo di giudici selezionano i molti talenti in gara per la vittoria. Sul palco, a condurre, la coppia formata da Geppi Cucciari (7) e Simone Annicchiarico (5): insieme dal backstage, solo per il  pubblico che segue da casa, i due svelano i volti dei partecipanti e le emozioni che vivono i talentuosi  pre e post performance.
Il regolamento prevede che le esibizioni dei partecipanti possano durare al massimo due minuti. I giudici, che non conoscono l'identità dei performers fino al loro ingresso sul palco, hanno la facoltà di interrompere (solo se pigiano tutti e tre il pulsante) l'esibizione attraverso il Buzz. L'interruzione del numero, di per sè, non porta necessariamente ad un giudizio negativo: solo dopo l'esibizione, infatti, Maria De Filippi, Gerry Scotti e Rudy Zerbi esprimono il verdetto. Se sono due i consensi il concorrente passa alla fase successiva. Se il consenso arriva da un solo giurato l'esclusione è immediata. La cifra stilistica del programma, assolutamente innovativa, è pressoché invariata: un montaggio serrato e veloce, un uso delle immagini nuovo e particolare che indugia sulle emozioni e sulla suspence durante le esibizioni, per raccontare e far vivere empaticamente al pubblico a casa ciò che accade sul palco.
Gerry biliardo.jpg "Quest'anno - spiega Scotti al Tv Sorrisi e Canzoni - i concorrenti sanno qual è il livello che cerchiamo, vogliamo l'eccellenza, se sei buffo devi essere molto buffo, se sei bravo devi essere molto bravo. Insomma devi distinguerti dagli altri". "Sono 15 anni che lavoro nel mondo dello spettacolo - dichiara Zerbi - e certe cose non le avevo mai viste e se ci stupiamo noi chissà la gente da casa...". "Quando vado in onda - afferma la De Filippi - sono me stessa al cento per cento, non ho lo stress e la responsabilità che accumulo per gli altri miei programmi, dico quello che penso e sono felice che ad altri sia affidato il compito di condurre: io mi sento in un certo senso un po' come un'ospite. Sono liberata dalle responsabilità o comunque sento di avere una responsabilità relativa".
Scotti, intanto, incassa i complimenti del direttore di Rete, Massimo Donelli: "Prima la sfida di Io canto. Poi, in un'inedita e subito amatissima accoppiata con Maria De Filippi, il lancio di Italia's got talent. Infine, la scommessa dello Show dei record, che ha chiuso con il botto (media d'ascolto di 5.540.000 telespettatori) dopo aver vinto per ben 8 volte la serata del giovedì. Con questo tris vincente piazzato nell'arco di appena 15 mesi, Gerry Scotti ha arricchito la sua vetrina di trofei televisivi ma, soprattutto, ha confermato di avere un altissimo indice di gradimento tra i telespettatori italiani e ha permesso a Canale 5 di consolidare la leadership assoluta nel target commerciale (15-64 anni), il target più pregiato nel sistema della comunicazione multimediale. Da sabato Gerry sarà di nuovo in prime time assieme a Maria nella seconda edizione di Italia's got talent. Merita un grazie grande così, perciò, da tutti noi di Canale 5. E un grazie sentito va anche al regista dello Show dei record, Roberto Cenci, che, in coerenza con le linee strategiche della rete (innovazione continua dei marchi vincenti) e in piena sintonia con Gerry, ha regalato una marcia in più al programma". E lui: "Lo show dei record? 8 vittorie su 8 puntate tolgono valore anche alle parole. Il ringraziamento va anche al regista Roberto Cenci e agli autori che hanno reso possibile questo miracolo produttivo e di risultati. Mi sento di ringraziare anche il direttore di Canale 5, Massimo Donelli, per le tre trasmissioni a cui fa riferimento nella sua dichiarazione e altrettanto mi sento di dover ringraziare l'azienda per averli sostenuti. Chiudo Lo show dei record e ricomincio l'avventura di Italia's got talent con la sensazione che siamo riusciti a creare, insieme a Io canto, tre grandi classici per Canale 5". Nel corso dell'ultima puntata de Lo show dei record Scotti ha ricevuto, a sorpresa, un grande riconoscimento. Dopo attente verifiche effettuate dal World Guinness Records è risultato il presentatore, di sesso maschile, che ha condotto più puntate al mondo del quiz Chi vuol essere milionario? (7): ben 1.593. Emozionato e commosso, ha ricevuto dalle mani di suo figlio Edoardo la medaglia e l'attestato ufficiali dei World Guinness Records.


  • shares
  • Mail