Squadra antimafia 3-Palermo oggi, venerdì su Canale 5 la fiction con Giulia Michelini e Simona Cavallari in nuovi scenari criminali

_MG_7692 gruppo.jpg Sono passati otto mesi dalla morte di Ivan Di Meo e dalla fuga della boss mafiosa Rosy Abate (Giulia Michelini - voto: 7,5 -) da Palermo, ma Claudia Mares (Simona Cavallari - 7,5 -), capo della squadra Duomo, sta continuando a darle la caccia. Finalmente le sue ricerche danno qualche frutto. In uno specchio di mare antistante Palermo Claudia Mares ha scoperto il relitto inabissato di una carretta del mare che contiene alcuni fusti di liquidi tossici e il cadavere di un mafioso. Era l'ultimo uomo rimasto fedele a Rosy e, attraverso le tracce che l'uomo ha lasciato, Claudia scopre dove si nasconde la mafiosa: nella villa di Bogotà di Vincent Truebla (Sergio Muniz), insospettabile re del narcotraffico sudamericano.
Rosy, dopo la fuga, è diventata infatti l'amante di Vincent e ha anche dato alla luce un bimbo, Leonardo. Ma mentre Claudia, coadiuvata dal nuovo vicecapo della sua squadra Domenico Calcaterra (Marco Bocci) e dal giudice Antonucci (Gianmarco Tognazzi) si muove con una squadra della Dea per catturarla, Rosy fugge con suo figlio, riuscendo a tornare a Palermo, in grande segreto.
Aiutata da un vecchio amico del padre, il Puparo (Gigio Morra), Rosy mette in piedi una nuova famiglia, con un gruppo di fuoco comandato dallo spietato Vito Portanova (Giuseppe Zeno), leader di un gruppo di camorristi "perdenti" nella guerra contro i Casalesi. Rosy ha un nuovo obiettivo in mente: diventare la regina incontrastata dello smaltimento illegale dei rifiuti, un business che frutta miliardi di euro alla mafia. E per fare questo dovrà eliminare le famiglie avversarie e avvalersi dell'aiuto di una vecchia conoscenza, l'ex agente dei servizi segreti deviati, Filippo De Silva (Paolo Pierobon), al momento rinchiuso in un carcere di massima sicurezza, ma pericoloso come non mai e che ha in mente un piano mostruoso per favorire l'ascesa di Rosy. A Claudia e alla sua squadra composta da Fiamma Rigosi (Alice Palazzi), Luca Serino (Francesco Mandelli) e Sandro Pietrangeli (Giordano De Plano), nonché dal nuovo arrivato Calcaterra, il compito di fermarli. Questa la trama di Squadra antimafia 3-Palermo oggi, la fiction Taodue al via venerdì 8 aprile alle 21.10 su Canale 5 e composta da 10 puntate.
La Cavallari anticipa al Tv Sorrisi e Canzoni che il suo personaggio sarà più duro e combattivo: "Per i suoi metodi poco ortodossi sarà persino sospesa dal servizio, ma lei non si darà per vinta e riprenderà le indagini, questa volta sotto copertura. La vedremo meno in ufficio e più per strada; dormirà sulle panchine e si curerà le ferite da sola. Interpretarla è stato ancora più divertente". Specialmente nelle scene di azione: "In questa nuova serie ci sono molte più sparatorie che in passato. Ho imparato tante cose: come si fa un'irruzione, come si cammina senza fare rumore, qual è la giusta postura per sparare. E poi, correre in sella a una potente moto e guidare un gommone. Abbiamo girato una straordinaria scena di inseguimento in mare alla James Bond. Sul set ho portato anche i miei figli Pablo e Santiago, che si sono divertiti molto". Anche per Giulia Michelini questa terza stagione è stata fonte di nuovi stimoli: "Essere la regina del male continua a incuriosirmi e a divertirmi. Rosy è una vera donna d'affari, una malavitosa vendicativa e rancorosa. In realtà, nelle scene con il suo bambino emergono la sua umanità e le sue emozioni. Pur essendo un'eroina negativa, mi attraggono la sua determinazione, la sua caparbietà, la sua forza di lottare per quello in cui crede". Gianmarco Tognazzi è soddisfatto della sua prima esperienza sul set: "Non avevo mai interpretato un personaggio di legge. Finalmente un ruolo positivo. Essendo nato sotto il segno della Bilancia, ho radicato in me il senso della giustizia, una caratteristica del mio carattere che ho dato ad Antonucci. È una fiction di qualità e dal meccanismo accattivante: la migliore delle lunghe serialità andate in onda l'anno scorso. Potervi partecipare è stato un piacere. Sul set c'era una bella atmosfera e scherzavo con i colleghi, parlando come il mio personaggio Gastuan del film Vorrei vederti ballare, che si esprime in un divertente miscuglio di romeno, bulgaro, brasiliano, francese, turco, albanese". Infine, la parola a Marco Bocci: "Calcaterra è attento, pignolo, cerebrale, preciso. Un grande osservatore che studia i minimi dettagli ed è abile negli interrogatori. Cercherà di mettere i bastoni tra le ruote al suo capo, della quale non apprezza i metodi. Il personaggio mi somiglia nell'umanità e nella sensibilità. Sul set ho trovato una squadra unita e molto affiatata, che mi ha accolto a braccia aperte. Inoltre, adesso ho un amico in più: Gianmarco Tognazzi!".


squadra_antimafia3nero.jpg Ecco i profili dei personaggi. Claudia Mares (Simona Cavallari): Vicequestore e capo della squadra Antimafia di Palermo. Vuole una cosa sola: arrestare la boss mafiosa Rosy Abate, assassina di Ivan di Meo, il poliziotto sotto copertura di cui Claudia era innamorata. Rientrata in servizio dopo sei mesi di sospensione per aver agito senza l'autorizzazione dei superiori, dovrà affrontare i piani del nuovo clan messo in piedi da Rosy Abate e uno spaventoso traffico i rifiuti tossici. Anticonformista e dal carattere spigoloso, Claudia è amatissima dai suoi sottoposti e temuta dai mafiosi in eguale misura, che la considerano il maggior pericolo ai loro piani.
Rosy Abate (Giulia Michelini): Soprannominata la Regina di Palermo è fuggita in Sudamerica dopo che la Squadra Duomo ha distrutto il suo clan. Ora è tornata e deve ricominciare da capo la sua scalata ai vertici di Cosa Nostra, con pochi uomini fedeli e l'idea di un nuovo business milionario. Ma stavolta Rosy ha qualcosa cui tiene più del potere e dei soldi: il figlio Leonardo, che Rosy ha avuto durante la latitanza. Per difenderlo e assicurargli un futuro, Rosy è disposta a tutto, anche scatenare una guerra.
Domenico Calcaterra (Marco Bocci): Il Vicequestore Domenico Calcaterra ha sostituito Claudia Mares alla Duomo durante il suo periodo di sospensione e ora è costretto a lavorare al suo fianco. Più formale e legato alle procedure di Claudia, il suo punto di forza sono gli interrogatori, durante i quali ha l'abilità quasi magica di capire chi mente . Nonostante le sue indiscusse capacità, Calcaterra ha però dei problemi relazionali con il resto della squadra, che lo vede come un "intruso". Soprattutto Claudia, che lo vorrebbe rispedire da dove è venuto.
Giorgio Antonucci (Gianmarco Tognazzi)
: Il magistrato Antonucci è il pubblico ministero del processo contro Rosy Abate e titolare di numerose indagini sull'ecomafia. Inflessibile nel suo lavoro e di grande esperienza, Antonucci trova in Claudia Mares una naturale alleata e amica. Anche se forse lui vorrebbe qualcosa di più...
Luca Serino (Francesco Mandelli)
: Luca, soprannominato il Ragioniere, lavora in coppia con Sandro ed è spesso è costretto a tenerlo a bada nei suoi eccessi. Originario del Nord, dove si occupava di crimini finanziari, è stato trasferito nella Squadra Antimafia da due anni, soprattutto per le sue capacità di capire i flussi di denaro sporco della criminalità organizzata.
Sandro Pietrangeli (Giordano De Plano)
: Sandro, detto Pietra, è un ispettore ai modi spicci e dalla grande esperienza sul campo. E' attratto da Giulia, la vedova di un mafioso che Sandro ha ucciso durante un conflitto a fuoco e che non sa che lui è un poliziotto. Irruente e istintivo, talvolta agisce prima di riflettere, ficcandosi spesso nei guai.
Fiamma Rigosi (Alice Palazzi): Esperta di informatica e di sorveglianza elettronica Fiamma Rigosi è figlia di un giornalista ucciso dalla mafia. Dopo le incomprensioni iniziali è diventata la confidente di Claudia e la sua più fedele alleata. Reduce da una breve relazione con Sandro Pietrangeli, adesso sembra preferire il più timido Luca Serino.
Ruggero Geraci, detto U' Puparo (Gigio Morra): E' un mafioso in "pensione" che ha da poco finito di scontare venti anni di prigione. In nome della vecchia amicizia col padre di Rosy, accoglie e protegge l'ex regina di Palermo al suo rientro in Sicilia. E accanto a lei decide di tornare a "muovere i fili" come faceva un tempo, mettendo a disposizione la sua saggezza e la sua intelligenza.
Vito Portanova (Giuseppe Zeno): Spietato e privo di scrupoli, è il giovane capo di un clan camorristico che ha perso la guerra con i Casalesi, e che per questo si allea con Rosy Abate, l'unica donna capace di tenergli testa. Al nuovo clan Abate porterà in dote la sua conoscenza del traffico dei rifiuti e un pugno di uomini disposti a morire per lui.
Filippo De Silva (Paolo Pierobon): Ex agente dei servizi segreti, De Silva è stato arrestato per aver collaborato con la Mafia. Dotato di una mente machiavellica e sempre un passo avanti agli altri, De Silva è l'alleato più pericoloso di Rosy Abate, anche grazie alle sue connessioni con il mondo dei servizi deviati. Al momento è rinchiuso in un carcere militare, ma c'è da scommetterci che non vi rimarrà a lungo...
Blanca Truebla (Vanessa Villafane)
: Blanca è la sorella del boss Sudamericano Vincent Truebla, che Rosy ha ucciso. È disposta a tutto pur di vendicarsi di Rosy.

  • shares
  • +1
  • Mail