Il Commissario Montalbano, lunedì su Rai1 l'episodio La caccia al tesoro. Produttore e regista gongolano per gli ascolti: "Grande cast"

Montalbano_LaCacciaAlTesoro01.jpg Una mattina Gregorio e Caterina Palmisano, due anziani e bislacchi fanatici religiosi, perdono del tutto il senno, si barricano nel loro appartamento e si mettono a sparare da finestre e balconi. Salvo Montalbano (Luca Zingaretti - voto: 8 -) e i suoi, con un'operazione carica di tensione, riescono a disarmare e ad arrestare i due vecchi allucinati. Nell'appartamento, oltre a vari segni della follia dei due residenti, viene trovata una bambola gonfiabile, stranamente deturpata, che lascia il commissario piuttosto pensoso e perplesso. La sua impressione non tarda ad avere conferma, infatti il giorno successivo in un cassonetto viene ritrovata un'altra bambola gonfiabile. Montalbano, incuriosito, la confronta con quella di Palmisano, e vede che sono identiche: hanno anche gli stessi segni deturpanti, sono come due gocce d'acqua.
Salvo comprende che le due bambole gemelle appartengono ad un enigma che dovrà risolvere. E difatti, di lì a poco, comincia a ricevere strane lettere anonime: si tratta di sciarade, indovinelli, una vera e propria caccia al tesoro alla quale il commissario viene invitato. Inizialmente sembra che l'autore di tali missive possa essere semplicemente un qualche arrogante picchiatello che vuole lanciargli una sfida di intelligenza, ma presto la caccia al tesoro prende una piega inquietante, e Montalbano intuisce che dietro quelle lettere c'è un folle che deve assolutamente fermare. Come è da temere, le cose presto precipitano, e al commissariato viene denunciata la scomparsa di una ragazza, Ninetta Bonmarito. Montalbano capisce presto che c'è un legame fra la caccia al tesoro del folle e la scomparsa della ragazza: il pazzo deve averla rapita. Salvo si adopera in ogni modo per ritrovare Ninetta: riesce a ricostruire le ore precedenti alla scomparsa e a scoprire il luogo e la modalità del rapimento, ma non ha elementi sufficienti per stringere ulteriormente il cerchio. Il folle non ha lasciato tracce, conduce alla perfezione il suo gioco senza commettere errori.
E così, di lì a breve, viene purtroppo ritrovato il cadavere di Ninetta: è vestita, truccata e sfregiata in modo tale da essere identica alle due bambole gonfiabili, una macabra copia di esse. A questo punto non c'è davvero più tempo. Il maniaco deve essere trovato al più presto per evitare altri macabri omicidi. La caccia al tesoro si è trasformata in un enigma inquietante. Questa la trama de La caccia al tesoro, il terzo film tv de Il Commissario Montalbano (8), in onda lunedì 28 marzo alle 21.10 su Rai1.
Intanto il produttore Carlo Degli Esposti sottolinea al Tv Sorrisi e Canzoni: "Se l'entusiasmo è ancora lo stesso a 12 anni dal debutto è perchè non abbiamo spremuto il prodotto e, anzi, l'abbiamo reso più brillante. Questo ci sprona a continuare. Due nuovi romanzi sono già stati scritti e un terzo è in cantiere". E il regista Alberto Sironi aggiunge: "Siamo abituati ad alti dati di ascolto ma la riconferma ci ha fatto molto piacere. Il segreto? La straordinaria qualità degli attori che compongono un terzetto d'altissimo livello. Una grande recitazione, fatta anche di sguardi, pause e silenzi. Zingaretti è sempre stato bravo ma stavolta, cresciuto e maturato, ha superato se stesso. Gli ingredienti sono il talento di Andrea Camilleri nello scrivere bellissime storie ambientate in uno straordinario paesaggio siciliano, storie che permettono una riflessione su ciò che avviene nel nostro Paese ma anche attori strepitosi che arrivano dal teatro, grandi caratteristi, tecnici e scenografi eccellenti".


Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO