Edda Ciano e il comunista, domenica sera su Rai1 la fiction con Stefania Rocca e Alessandro Preziosi in un amore proibito

edda ciano e il comunista stefania rocca alessandro preziosi.jpg Stefania Rocca (voto: 7) e Alessandro Preziosi (7) tornano su Rai1 nel film per la tv Edda Ciano e il Comunista, una produzione Casanova Multimedia in collaborazione con Rai Fiction. Un film prodotto da Luca Barbareschi e tratto dall'omonima opera letteraria (edita da Rizzoli) di Marcello Sorgi, giornalista, già direttore del Giornale Radio Rai, del Tg1 e de La Stampa, di cui oggi è editorialista, in onda domenica 13 marzo, in prima serata, su Rai1.
E' la storia di un amore forte, "impossibile" e "inconfessabile". L'appassionante incontro di una donna, Edda Ciano (Stefania Rocca), figlia amatissima del Duce, una figura femminile attraente, forte, anticonformista  che ebbe un certo rilievo anche nella vita politica durante il fascismo e di Leonida Bongiorno, un giovane proveniente invece  da una famiglia con radicate convinzioni antifasciste, partigiano e iscritto al Partito Comunista. Un amore nato sullo sfondo delle meravigliose coste dell'isola di Lipari, nelle Eolie, luogo in cui Edda fu confinata dopo la fucilazione del marito Galeazzo Ciano e del padre Benito Mussolini e dove rimase fino all'estate del 1946, quando, per effetto dell'amnistia firmata da Togliatti, le fu concesso di lasciare l'isola per tornare dai suoi figli. Un'inedita pagina di storia che racconta come la passione, l'amore, il rispetto non abbiamo colore politico e che dimostra, ancora una volta, come i sentimenti siano in grado di andare oltre le ideologie e i contrasti tra le "opposte parti", quelle stesse parti che, in un Italia di non tanti anni fa, si fronteggiarono duramente in una guerra che ha segnato indelebilmente sia il nostro passato che il nostro presente. Nel cast Ilaria Occhini (Donna Rachele), Alessio Vassallo (Vittorio), Federica De Cola (Annetta), Dajana Roncione (Angelina), Adriano Chiaramida (Don Eduardo), Gaetano Aronica (Marcellini).
"Sono passati 6 anni dalla miniserie in due puntate Edda (con protagonista Alessandra Martines, ndB) che riportò il 32 per cento di share denotando l'interesse per questo personaggio che torniamo a raccontare", afferma il direttore di Rai Fiction Fabrizio Del Noce. "Ha avuto un grande successo dunque - prosegue - era consequenziale trasformare il libro di Sorgi in una fiction".
Il regista è Graziano Diana: "Quando sono andato alla presentazione del libro di Sorgi a Villa Torlonia ho voluto subito ottenere i diritti. Era un film che cercavo accanitamente perchè attraverso un amore bellissimo si racconta un'epoca, come succede con Senso di Visconti". Soddisfatto del risultato Sorgi, autore del romanzo: "Ho ritrovato molto del libro nel film, fa capire come l'amore tra i due fossi cucito addosso alla storia italiana i quegli anni". Una storia che fa da sfondo all'amore tra i due, sopravvissuti di un'epoca ormai in rovina, in cui non crede più nemmeno Edda, la figlia del Duce. Il comunista Leonida Bongiorno è, a detta del suo interprete Alessandro Preziosi, "un superstite che nonostante le sofferenze si apre all'amore. In nessun altro film ho capito che vuol dire essere vivi come in questo: lo si comprende fino in fondo solo quando hai la guerra dietro di te".


Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO