E' morto Maurizio Mosca. Conduttore, opinionista ma soprattutto personaggio televisivo. Celebri i suoi tormentoni e le liti (con video)

maurizio%20mosca%2002.jpg

SPECIALE TELEVISIONI Chi aspettava di vederlo, come sempre, alle 13 durante Guida al campionato troverà una sedia vuota. Maurizio Mosca, popolare giornalista sportivo noto per il "pendolino" e le sue "bombe" sul calcio, è morto questa notte all'ospedale san Matteo di Pavia. Avrebbe compiuto 70 anni a giugno ed era da tempo malato.
Anche se sofferente, ha lavorato fino all'ultimo in tv, alla radio e sui giornali. Il suo ultimo articolo è di giovedì mattina sul suo blog, dove ha scritto a proposito del rapporto tra l'allenatore dell'Inter, José Mourinho, e l'attaccante Mario Balotelli. Da diversi anni era opinionista nelle Reti Mediaset e il primo omaggio alla memoria del giornalista arriva proprio dal sito di Sport Mediaset che sulla homepage saluta "Addio Maurizio".
E' stato conduttore, opinionista ma soprattutto personaggio televisivo. L'energia, la passione nell'esprimere le proprie opinioni e la simpatia sono doti con cui lo ricordano gli affezionati telespettatori. Ci lascia tormentoni come "Super bomba", "Ma dai!", "Ciccio Ciccio!", "Vediamo il pendolino...", "Ciao, Mino e buon campionato a tutti!", "Chiiiiiiiiii?", "Coooooooome?", "Ah, come gioca Del Piero!". 
Nei video un divertente omaggio a Mosca e le liti con Funari e Squitieri
Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO