Intelligence-Servizi e segreti, dal 21 settembre su Canale 5 Raoul Bova nei panni di un parà. Altissimi i costi di produzione della fiction

11a10516b8l-bova-350x188.jpg

LE FICTION CHE VEDREMO La fiction italiana prende la strada dello spionaggio: si sono svolte a Torino, a Roma, in Svizzera, Romania e Tunisia le riprese di Intelligence-Servizi e segreti, una serie tra le più attese della nuova stagione tv, in onda su Canale 5 per sei puntate di un'ora e mezza ciascuna dal 21 settembre. Protagonista Raoul Bova (voto: 8), che veste i panni di un ex parà che vede, o crede di vedere, la figlia morire in un attentato terroristico.
Il dolore e il rifiuto di questa morte lo portano a unirsi ai servizi italiani e ad entrare nello strisciante mondo del controspionaggio. Il cast comprende anche Ana Caterina Morariu, Massimo Venturiello, Dino Abbrescia, Salvatore Lazzaro, Vincent Riotta e Irene Ferri. Prodotta dalla Taodue di Pietro Valsecchi e Camilla Nesbitt, Intelligence-Servizi e segreti è un kolossal da venti milioni di euro (una quota che supera di gran lunga la media dei costi di produzione di una fiction italiana). L'ambizione della serie è alta: provare a raccontare la verità nascosta dietro attentati terroristici internazionali e la guerra di spie, con un ritmo di alta tensione e elementi spettacolari di livello cinematografico. 
Le cifre parlano chiaro. Ci sono volute 36 settimane di ripresa, sono stati impiegati 500 stuntman, 5mila sono state le comparse e le partecipazioni speciali. E ancora ben 320 le location distribuite tra Italia, Tunisia, deserto dello Yemen, Romania, Svizzera e Siria. Sono stati usati 30 elicotteri e sfasciate mille tra automobili, motociclette e mezzi speciali. 
Il regista della serie, Alexis Sweet, lo stesso di Ris (6,5), dice: "Raoul non ha solo presenza fisica e scenica. Dà forte credibilità allo svolgimento della vicenda e all'intera". E lui afferma: "Questo lavoro è una bella scommessa, perché per la prima volta una serie televisiva ha al centro della vicenda la figura di un agente segreto. Perché ha comportato un impegno enorme di energie, di fatiche. Di passione. Speriamo di vincerla tutti assieme". All'Auditel l'arduo responso. 
Nel video il backstage di Intelligence
  • shares
  • +1
  • Mail