Antonella Clerici, nel 2006 la nascita de Il treno dei desideri che dà del filo da torcere a La Corrida e realizza i sogni del pubblico

TrenoDeiDesideri.jpg

ANTONELLA CLERICI STORY/8 Dopo la consacrazione al Festival di Sanremo 2005, Antonella Clerici (voto: 7) si prepara a saltare su Il treno dei desideri, in onda dal 7 gennaio 2006 su Raiuno, "storie forti di gente comune - spiega - che racconteremo evitando di scavare nel dolore". Niente lacrime effetto-Carramba, quindi? "Lacrime sì, ma di gioia". Il programma ricorda da vicino quel Sogni animato nel 2004 proprio da Raffaella Carrà (7). "Raffaella è un mito, un punto di riferimento - confessa Antonella - essere paragonata a lei è un grande onore, ma il programma sarà diverso, più 'da studio', con filmati più brevi". Cinque storie per ogni puntata, lo studio 10 di Cinecittà trasformato in una stazione ferroviaria, e il tentativo di realizzare i sogni di alcuni telespettatori. E Ascanio Pacelli, ex star del Grande Fratello, a fare i collegamenti esterni. Oltre al tributo al merito della Carrà, ci sono altri motivi "affettivi" che legano Antonella al nuovo programma. Intanto, "l'idea del treno, che mi piace perché è una metafora della vita, ed è anche il mezzo che mi ha portata dalla provincia alla città e al successo". Ma anche il titolo, "perché sono molto legata alla canzone Azzurro".
I desideri possono essere di varia natura, ma nessuna concessione alla tv del dolore. "Provo pudore - spiega la conduttrice - nei confronti del dolore, non riesco a raccontarlo. Tra tante lettere, ne è arrivata una straziante, che avrebbe sicuramente fatto ascolto, ma abbiamo preferito fare una colletta tra noi e aiutare così la donna che ci aveva scritto". Spazio, invece, ad esempio, "a un ottantaduenne che vuole lanciarsi con un deltaplano, e a tanti desideri d'amore". Per Antonella, un sogno nel cassetto, "anche se ho avuto dalla vita tutto quello che si può desiderare. Ma vorrei tanto fare una sit-com con Pippo Baudo".
"Salire sul treno dei desideri - confessa la conduttrice alla fine della prima edizione - è stata per me un'avventura divertente e emozionante. Inutile nascondere che i risultati finora ottenuti mi rendono particolarmente orgogliosa. Questo per due motivi. Da un lato infatti la conduzione dello show del sabato sera di Raiuno è per antonomasia la consacrazione di un conduttore televisivo. E poi il bilancio di questo programma mi lusinga ancora di più perché il confronto diretto con la concorrenza è avvenuto con un programma nazionalpopolare di lunga tradizione e molto amato dal pubblico". La sfida è infatti con La Corrida guidata da Gerry Scotti (8), su Canale 5 alla stessa ora, con i suoi avventurosi dilettanti buttati allo sbaraglio nell arena. Alla vena sottilmente sadica del programma di Scotti si contrappone un'Italia buonista, in quello della Clerici, con desideri che in gran parte muovono le leve dell' amore e dell'amicizia.
Nelle sette puntate il programma di Raiuno realizza uno share del 27,63 per cento. La redazione ha ricevuto circa quindicimila lettere con le richieste più disparate: dal fare una dichiarazione d'amore al desiderio di volare. C'è chi ha chiesto un aiuto per pagare il mutuo o anche per aprirlo. Durante il programma sono organizzati tre matrimoni. Una signora di 83 anni ha potuto finalmente volare in deltaplano, quattro operaie sovrappeso spesso derise dai loro colleghi maschi hanno stupito la fabbrica esibendosi in un balletto, un pensionato ha provato l'ebbrezza di una discesa di bob sulla pista delle Olimpiadi invernali di Torino con i componenti della squadra nazionale italiana, un'altra operaia ha potuto esibirsi in uno sfrenato can can al Moulin Rouge, a un aspirante pastore sono state fatte trovare le cento pecore che avrebbe voluto allevare. "La marcia in più in questa avventura - dichiara la Clerici che non ha mai perso sorriso e allegria in tutte le sette puntate - è stata quella di avere potuto approfittare di un osservatorio privilegiato sui desideri degli italiani, a volte talmente intimi e viscerali da coinvolgermi emotivamente, un'esperienza unica e molto appassionante".
Fonte: Repubblica
Nel video la Clerici, Walter Nudo e Anna Falchi
GIOVEDì PROSSIMO IN ANTONELLA CLERICI STORY/9 LA CONDUZIONE DI AFFARI TUOI.
  • shares
  • +1
  • Mail