Maria De Filippi: nel 1993 al timone di Ai tempi miei su Rete 4, poi corteggiata dalla Rai, quindi lo sbarco di Amici in prima serata

amici%20di%20sera%20de%20filippi%2001.JPG

MARIA DE FILIPPI STORY/3 Sabato 16 ottobre 1993 debutta alle 23 su Rete 4 un nuovo programma Ai tempi miei, condotto da Maria De Filippi (voto: 8) e realizzato con lo stesso gruppo di Amici: Alberto Silvestri autore, Paolo Pietrangeli regista e gli affettuosi consigli di Maurizio Costanzo (6,5). L'idea è di far confrontare persone di generazioni diverse su un unico argomento (castità, tradimento, ...), con due ospiti famosi che difendono le proprie opposte opinioni. Secondo Paolo Vasile, direttore del centro di produzione Fininvest di Roma "non c'erano altre collocazioni possibili perché spostare Ai tempi miei in un altro giorno significava opporlo al Costanzo show e oltre alla concorrenza familiare ci sarebbe stata anche una concorrenza di pubblico"."A quell'ora di sabato - dice Costanzo - bisogna creare motivi di identificazione con il pubblico che sta a casa, invitarlo al piacere della riflessione, al confronto di idee con il resto della famiglia. Mica è facile, esce frastornato da Scommettiamo che...? e cerca di recuperare la parola".
Nel marzo 1994 la Rai corteggia la De Filippi. Amici, in onda il sabato alle 13.40 su Canale 5, piace a Giovanni Minoli, direttore di Raidue, che le offre una trasmissione molto simile ma da trasmettere ogni giorno alle 14 (o alle 22.30). Stessa proposta anche da Raiuno. La Fininvest non è disposta a perderla ed è pronta a rilanciare con uno spazio quotidiano. Giorgio Gori, direttore di Canale 5, dice: "Abbiamo investito su Maria, è cresciuta con noi. Crediamo molto nella sua trasmissione. E' importante che resti sulla rete che l'ha fatta nascere: adesso vogliamo raccogliere i frutti. Potremmo proporle anche noi un spostamento nel primo pomeriggio. Non però alle 14 come la Rai perchè a quell'ora va già in onda Alberto Castagna e di certo non faccio slittare il suo Sarà vero (in realtà questa convinzione verrà presto meno, ndB)".
Il duello Rai-Fininvest per la De Filippi impensierisce Marta Flavi, conduttrice di Agenzia matrimoniale, in onda tutti i giorni su Canale 5 alle 15: lo stesso orario che potrebbe essere offerto alla contendente. E gli affari si mescolano con il cuore: la Flavi deve affrontare la firma del divorzio definitivo da Maurizio Costanzo: "Agenzia matrimoniale va benissimo ma so che Maria De Filippi vuole un programma quotidiano. Speriamo che per fare posto a lei non caccino via me. Chissà cosa succederà ad ottobre. Chi può saperlo in questa confusione? Solo la De Filippi sembra sapere esattamente quello che farà". Paolo Vasile dice: "Noi sappiamo soltanto cosa manderemo in onda fino a fine giugno. Per l'autunno dobbiamo ancora stabilire tutto. Marta Flavi e Maria De Filippi stanno facendo programmi che vanno bene, non vedo perchè dovrebbero lasciarci".
Il 30 aprile 1994 Costanzo parla dei contatti De Filippi-Rai: "Tutto è avvenuto alla luce del sole. Senza equivoci o trattative segrete. Lei non si è impegnata con nessun contratto e, secondo me, continuerà a lavorare, anche se interverranno alcuni cambiamenti nella sua trasmissione, a Canale 5". Minoli "ripiega" su Sveva Sagramola, sua redattrice a Mixer e nuova conduttrice di Davvero, dedicata ai problemi degli adolescenti. "Non mi aspettavo le proposte della Rai - spiega invece la De Filippi - e mi ha fatto piacere soprattutto l'invito di Minoli. Ma poi ho deciso di restare, anche per dare un segno di gratitudine a chi, come il direttore di Canale 5 Giorgio Gori, mi aveva dato l'opportunità di ideare e sperimentare Amici". Che resta il sabato alle 13.40 ma, preceduto da due speciali tra ottobre e novembre, raddoppia da dicembre con un ciclo di dodici puntate in prima serata: "Sono un po' preoccupata, spero che il pubblico non si aspetti di vedere i ragazzi in smoking. Il programma per l'occasione cambierà: spero di avere la diretta, di poter fare dei collegamenti, per far capire dove nascono le storie che raccontiamo, e mostrare le case dove abitano i ragazzi, anche la loro stanza. L'idea della diretta mi piace, ma sono un po' ansiosa, non sono Pippo Baudo. E' come passare dalle elementari direttamente all'università". E' cambiato il rapporto con la trasmissione in questi anni? "Sì, ci tengo molto più di prima, ma il mio terrore è di mettermi un impermeabile, come Sheridan, e andare avanti tutta la vita facendo la stessa cosa". A qualcuno piace, a Costanzo, per esempio... "Lui si trova bene nel suo teatro, gli ospiti cambiano ogni sera, anche le situazioni". Anche ad Amici i temi cambiano: "Sì, ma non vorrei fare per sempre programmi per ragazzi".
In ogni puntata di Amici di sera c'è una storia raccontata dai protagonisti, si affrontano i temi dell'amore, dell'amicizia, del lavoro, della scuola. In studio, diverse generazioni, e un gruppo di ospiti-fissi: ragazzi ai quali la De Filippi è "affezionata". Spazio anche per storie di contorno e collegamenti con alcune piazze: "Ma non confondeteci con Stranamore. Il nostro scopo è capire i vari punti di vista: non cercheremo storie a sensazione, non parleremo di suicidi, né di bravate come il lancio di sassi dai cavalcavia". Il 30 dicembre 1995 dichiara: "Sì, sogno un talk show. Non posso fare Amici per tutta la vita. Ma prima di cambiare devo trovare un talk show che mi piaccia altrettanto". Sta per essere accontentata.
Fonti: Corriere della Sera-Repubblica
Nel video due promo di Amici di sera
LUNEDì PROSSIMO IN MARIA DE FILIPPI STORY/4 L'ESPERIMENTO DI EVA CONTRO EVA E L'INIZIO DI UOMINI E DONNE.
  • shares
  • +1
  • Mail