Enzo Iacchetti si risfoga: "Finchè Luca Tiraboschi sarà direttore non lavorerò su Italia 1". Replica di Mediaset: "Medici miei male anche nel preserale"

enzo-iacchetti-in-una-scena-di-medici-miei-87269.jpg

Enzo Iacchetti (voto: 7), dopo essersi sfogato al Tv Sorrisi & Canzoni (qui il post), lo ha fatto anche da Victoria Cabello (6,5) nella puntata di Victor Victoria (6), in onda martedì alle 23.30 su La7. Parole dure nei confronti del direttore di Italia 1 Luca Tiraboschi, con cui si rinnova un'antica querelle legata alla messa in onda della sit-com Medici miei (5) e alla successiva sparizione dalla prima serata per bassi ascolti.
"Non farò più niente per Italia 1 finché ci sarà questo direttore - ha detto l'attore e conduttore - C'è stata una polemica spenta dall'azienda per me viva per sempre. Io trovo che un direttore che ti fa i complimenti alla presentazione dei palinsesti e poi due settimane dopo la toglie, dicendo che hai fatto una cosa orribile, non sia un direttore di cui fidarsi. Un vero direttore lo dice prima".
L'attore non fu soddisfatto neanche dalle scelte per la messa in onda della sit-com: "Me l'ha sconquassata unendo tre puntate in una, mandandola in onda contro le partite di Champions League. Hanno speso tanto, ma il prodotto non è stato difeso. Ho ritenuto il caso di parlare di ignoranza professionale, non ho nulla contro la persona. Solo se io fossi un capo ci penserei se mi rendessi conto di avere dei dirigenti che mi fanno perdere soldi".
Questa la replica ufficiale di Mediaset: "Iacchetti è un artista Mediaset, nulla quindi di personale né professionale nei suoi confronti. Tuttavia, è necessario ricordare che il prodotto di cui parla, Medici miei, non ha incontrato i gusti del pubblico di Italia 1. Dopo tre puntate in prima serata con ascolti poco lusinghieri, abbiamo provato a riprogrammarla nella fascia preserale, ma i risultati non sono stati in linea con le aspettative. Nonostante questo, la serie è andata in onda fino all'ultimo episodio. Non ci sono stati difetti di programmazione: nell'interesse della rete e dell'azienda, oltre che naturalmente degli artisti, il prodotto è stato collocato nella migliore posizione possibile, sia in prima serata sia in day-time. Pur in caso di opinioni diverse, cosa possibile e legittima, è sempre sbagliato personalizzare. Nessuno di Mediaset ha attribuito a Iacchetti responsabilità nell'insuccesso, e lo stesso comportamento sarebbe stato auspicabile da parte dell'artista". Un tempo i panni sporchi si lavavano in famiglia. Ora si "sciacquano" a suon di dichiarazioni televisive e comunicati stampa. E, in questo caso, Iacchetti ha torto marcio: Medici miei era inguardabile. In qualunque fascia oraria o giorno della settimana.
  • shares
  • Mail