Incidente stradale per il piccolo Mimmo de I Cesaroni: trauma cranico ma ridimensionate per fortuna le prime allarmanti notizie

mimmo%20cesaroni.JPG

Le prime agenzie di stampa sulle condizioni di salute di Federico Russo, 8 anni, il Mimmo della fiction I Cesaroni (voto: 7), erano state particolarmente allarmanti. Un'Ansa delle 13.10 recitava: "Mimmo è ricoverato in prognosi riservata a Roma dopo un grave incidente stradale. Il piccolo, 8 anni, era in auto con il padre e le due sorelline a Ladispoli (Roma) quando la vettura è finita fuori strada e si è incastrata sotto un ponticello. Mimmo è molto grave ed è stato trasferito al Gemelli con l'elisoccorso. Ricoverati a Civitavecchia invece il padre e le sorelline".
Per fortuna, nei minuti immediatamente successivi dopo le opportune verifiche (anche da parte di questo blog, che ha preferito aspettare aggiornamenti più attendibili), si è saputo che il piccolo ha riportato un trauma cranico ma è cosciente, è stato sottoposto a tutti gli accertamenti e la Tac non ha riscontrato lesioni gravi.
"La prima cosa che mi ha detto quando è sceso dall'elisoccorso è che stava bene e poi si è preoccupato di come stavano le sorelline più piccole", riferisce Massimiliano, zio di Federico. E aggiunge: "È sveglio e vigile. Non ha nulla di rotto e sta abbastanza bene. L'hanno portato al Gemelli con l'elisoccorso perchè aveva sbattuto la testa e c'era bisogno di fare accertamenti. Gli esami sono andati tutti bene e al momento è solo un po' spaventato. È un bambino forte".
Lo zio racconta di "essere stato contattato dalla produzione de I Cesaroni. Mi hanno chiamato per chiedermi come stava e li ho rassicurati. Fortunatamente non è successo niente di grave e anche le due sorelline, attualmente ricoverate all'ospedale di Civitavecchia, stanno bene". In poche ore, appena la notizia si è diffusa sono arrivate "centinaia" di telefonate per Federico. "È da questa mattina quando si è saputo dell'incidente - racconta lo zio Massimiliano - che il telefono continua a squillare. Ci chiamano da tutta Italia, amici, parenti e conoscenti anche perché Federico è un bambino conosciuto e noi stiamo cercando di tranquillizzare tutti". Ora si può davvero tirare un sospiro di sollievo. 
  • shares
  • Mail