Ascolti tv, Amici vince la sfida grazie ai teenager. E Donelli ringrazia la De Filippi. Marano rilancia puntando sui laureati che seguono X Factor

defilippi01G.jpg

Massimo Donelli, direttore di Canale 5, commenta così la netta vittoria sul piano degli ascolti di Amici (voto: 8) contro X Factor (7): "Maria De Filippi ha dato l'ennesima prova di professionalità e di talento. Il grande successo ottenuto ieri sera da Amici conferma, infatti, la forza del programma e premia, una volta di più, il gioco di squadra. Grazie, davvero grazie a Maria per aver compreso le motivazioni che ci hanno spinto a modificare il palinsesto di Canale 5 e per aver accettato di anticipare la penultima e l'ultima puntata del più forte talent show della tv italiana".
Sorprende molto di più la nota del direttore di Raidue Antonio Marano: "Raidue è soddisfatta per il risultato della decima puntata di X Factor, che, in una serata costruita con una forte controprogrammazione per genere, ha ottenuto il 13.30 di share e 2 milioni 781 telespettatori. Nonostante lo scontro tra due programmi dedicati alla musica e alla ricerca dei grandi talenti - scontro che Raidue non ha cercato - la trasmissione condotta da Francesco Facchinetti ha tenuto  rispetto alla media che fino alla nona puntata era del 13.87% con 3 milioni 115 mila telespettatori. In particolare, la scelta del pubblico dei laureati di premiare la nostra proposta di talent show con il 24.74%, seguita da quella del pubblico della cosiddetta 'fascia alta' con il 21.11%, ci rende ancora più soddisfatti. Questo risultato, insieme alla tenuta del programma concorrente, ci consente di affermare che musica in televisione ha il suo spazio e per questo vince".
I giovani sono da sempre lo zoccolo duro dell'Auditel per la trasmissione di Canale 5 e mercoledì sera nella fascia 15-24 anni Amici ha fatto ben il 37,21% (circa 2 punti e mezzo in più della puntata dell'11 marzo). Presso i giovanissimi 8-14 anni il talent show ha avuto il 33% e tra i 25-34 anni il 34,35% (quasi sei punti di share in più rispetto ad una settimana fa, quando però c'erano due importanti partite di Champions League con Inter e Roma). Con una stragrande maggioranza di donne, picchi di ascolto del 46% (sfiorati i 7.800.000 telespettatori). X Factor ha avuto invece un pubblico senza differenze tra uomini e donne e radicato soprattutto tra gli adulti 35-44 anni, presso i quali la trasmissione ha fatto il 21% e più o meno lo stesso share tra i 25-34 anni.  
Leggendo le dichiarazioni dei due direttori di Rete si assiste al classico gioco delle parti e ognuno si appiglia a quel che può. Canale 5, quando non riesce a primeggiare nel totale individui, esulta per la vittoria sul target commerciale (quello tra i 15-64 anni). Non è questa la circostanza. E' Raidue, invece, a "rifugiarsi" nel successo di una categoria ristretta, ossia la "fascia alta", quella dei laureati. Ammettere una sconfitta? Mai.
  • shares
  • Mail