Victor Victoria, la Cabello arriva su La7 con uno show-shock surreale in onda tre volte a settimana in seconda serata. Con lei Canino e la Cucciari

victor%20victoria%20logo.JPG

Dopo quattro anni come conduttrice di Very Victoria (voto: 6,5) su Mtv, dopo le esperienze in Rai a Sanremo e Mediaset con Le Iene (7,5), Victoria Cabello (7) trova la consacrazione a La7 con uno show-shock realizzato a sua immagine e somiglianza: Victor Victoria andrà in onda dal 17 marzo tutte le settimane il martedì, il mercoledì e il giovedì alle 23.30 circa.
La conduttrice affronterà l'attualità da un punto di vista del tutto nuovo, ribaltando gli schemi televisivi tradizionali e incrociando volti e interviste, domande e risposte, realtà e fiction, sondaggi e dibattiti, confessioni e provocazioni, filmati e collegamenti alla ricerca dell'inedito. Ospiterà due personaggi per ogni puntata (gli ospiti saranno chiusi in una dark room e intervistati dal direttore di Rolling Stone Carlo Antonelli) e si avvarrà della collaborazione di un cast composto da attori, giornalisti, addetti ai lavori e opinionisti improbabili. Previsti anche sondaggi e persino una rubrica di cucina, Le ricette di fame chimica. Ad aiutarla in scena il "padrino" Fabio Canino e Geppy Cucciari. Ai Manetti Brothers il compito di realizzare videoclip musicali che parodieranno le star dello spettacolo, italiane e straniere.
A lei, dunque, il compito di ereditare lo spazio di Markette (7): "Piero Chiambretti è un talento - ha raccontato qualche settimana fa a Repubblica - vado a prendere simbolicamente il suo posto, è un modello da quando faceva il portalettere. Poi ci sono Dandini, Vespa, Vinci, a quell'ora non c'è il deserto. La7 è una rete che sperimenta, Markette e Le invasioni barbariche sono diventati un marchio".
A La Stampa aggiunge: "Le prime 'vittime' del programma saranno Afef e Antonio Di Pietro. Per presentarli al pubblico abbiamo commissionato dei sondaggi autentici su di loro, ma su argomenti del tutto laterali. Questa mi pare una grande opportunità, una bella sfida. Lo so che il mio pubblico è quello cresciuto a pane e satellite, ormani lontano dalla tv generalista, ma spero di portarmi dietro uno zoccolo duro di fan di Mtv e conquistarne di nuovi". All'auditel l'ardua sentenza.
Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail