Miriam Leone Miss Italia grazie ad una storia di corna: "Il mio ex mi tradì e il concorso di bellezza fu una rivalsa". Condurrà Uno Mattina Estate?

03%20miriam%20leone.jpg

Vanity Fair, ancora una volta, è riuscito ad ottenere un'intervista non banale e ricca di dichiarazioni inedite da parte di un personaggio dello spettacolo. Questa volta a raccontare una storia esclusiva è stata la Miss Italia in carica Miriam Leone (voto: 6,5), che ha rivelato di essere diventata la più bella del Paese "grazie" ad una storia di corna.
"Tornavo a casa in macchina sulla litoranea Catania-Acireale. All'improvviso - ha dichiarato - un'auto mi taglia la strada. Per frenare è tardi, lo schianto è violento. La macchina di papà si accartoccia. E scopro, quel giorno di due anni fa, di aver centrato in pieno il mio fidanzato. Che era in macchina con un'altra fidanzata. Lui non si è fatto male, ma il punto è che io mi sono fatta male al cuore. Era una storia tenera. Lui bellissimo scultore. Io appassionata di arte che andava adorante nel suo laboratorio. E invece altro che artista, altro che passeggiata bohemien fra i limoni...".
Dopo l'incidente lui era "color grigio verde, sapeva tanto di tradimento e se ne è uscito così: 'Siamo andati a fumare una sigaretta al mare', un genio", ma le scuse non sono servite: "Quella stava proprio al mio posto! Con lui ci aveva provato per tutti e tre gli anni della nostra relazione. Lei non era un granché. Però si era fissata. E gli uomini si sentono sempre molto gratificati dal desiderio di conquista altrui".
Da lì l'idea di diventare Miss: "Ero disperata. Avevo perso la fiducia in me stessa. Pensavo di essere stata tradita perché non ero abbastanza per lui. Provavo un fortissimo desiderio di rivalsa. Non ero mai stata così umiliata. Da anni gli amici mi tampinavano con questa stroria dei concorsi di bellezza. Così ho mandato delle foto per il provino di Prima Miss dell'anno a Roma. E' una fascia importante, l'ha portata anche il ministro Mara Carfagna (1997). Vincere ti dà l'accesso alle finali di Miss Italia e io ho vinto". Dopo la vittoria "sono tornata a casa e ho buttato tutto. Avevo bisognio di rinnovare il guardaroba e la mia vita. Mi sono staccata dagli oggetti che tenevo come cimeli: la maglietta del primo bacio, le borse e i jeans logori per le scampagnate nella riserva naturale della Timpa di Acireale, vicino a Catania. Non pensavo di riuscire a farlo, eppure ho messo tutto in un sacco e via. Sentivo di aver fatto un passo che non mi avrebbe più riportato a quelle cose. Ho sofferto, ma era il mio rito di crescita".
Una crescita che potrebbe trovare ora il suo momento clou nella conduzione di Uno Mattina Estate: "Ho fatto dei provini e spero di essere piaciuta. Dare il buongiorno agli italiani mi farebbe piacere. Ho lavorato alcuni mesi in radio, è stato magnifico". Del resto il direttore di Raiuno aveva già espresso apprezzamenti nei suoi confronti. E, ormai, è assodato che chi parte da Uno Mattina Estate diventa nel giro di pochi mesi una Fabrizio Del Noce's Angel.  
  • shares
  • Mail