Grande Fratello, l'accusa di Leonia Coccia: "Hanno paura di mandarmi in video, contro me un muro". E se fosse troppo "normale" per la tv?

leonia_grandefratello01g.jpg

"Hanno paura di mandarmi in video. Non me la stanno facendo pulita. Quando sono uscita non è stata fatta vedere la pagella dei risultati e nemmeno il filmato dei miei ricordi. Volevo 5 minuti e me li hanno negati". Non ci sta Leonia Coccia, che il 2 febbraio scorso è stata eliminata dal Grande Fratello (voto: 7), e La Stampa ha raccolto il suo sfogo.
"Mi avrebbero potuto far intervenire, ma contro di me c'è un muro - ha continuato la Coccia - Non avere lo spazio che merito non mi mi sta bene. Stanno girando voci che ledono la mia immagine. Credo che qualcuno abbia paura a mandarmi in televisione. Di mio credo di essere gradita al pubblico. Tanta gente mi ferma per strada e mi chiede se sono omosessuale, mi esprime solidarietà, mi fa gli auguri".
L'equivoco è nato dalle rivelazioni di una conoscente e da un film (La sfortuna mi fa capocella, risalente a molto tempo fa) nel quale Leonia interpretava il ruolo di una lesbica. Ma la Coccia ci tiene a ribadire che è eterosessuale e che la falsa notizia del rapporto gay le ha causato "gravi disagi all'immagine e alle relazioni personali".
Quanto, però, al presunto black out mediatico di cui denuncia di essere stata vittima in realtà le cose sono molto semplici. Leonia, una volta uscita dalla Casa, non è stata ritenuta un personaggio interessante. Non è coinvolta in triangoli amorosi, non deve farsi perdonare nessuno scatto d'ira, non ha "scheletri nell'armadio" da tirare fuori. E' una ragazza normale. E quindi "out" per la tv.
  • shares
  • Mail