Amici, ecco la prima parte dell'elenco delle proposte dei lettori per modificare il regolamento della trasmissione (dalla commissione ai giudizi)

commissione%20amici.JPG

Avevamo chiesto ai lettori di questo blog: "Volete che cambi il meccanismo di Amici (voto: 7) sia nella prima fase sia in quella del serale? E la commissione va modificata in parte o in toto? Ci si deve rifare ad una esterna? Se sì in quali occasioni?". Tanti i commenti lasciati a margine degli ultimi pezzi e molto ricche di spunti le mail inviate a fabiotraversaATblogosfere.it. Di seguito la prima parte della raccolta.
D@n@ ---> Prima di tutto un bel repulisti alla commissione "tecnica": dentro Jurman, Vessicchio, Palma, Perris, la Celentano, Astolfi (a tutti gli effetti) e Steve. Fuori Maura, Garrison, Di Michele, Scalise. Al posto di Maura potrebbero far entrare il tizio che andò a valutare la sfida di Serena, quello di Hip Hop che non ricordo come si chiama. Poi chiamino al posto di Garrison un altro, che ne so, Paganini o qualcuno che faccia il suo lavoro meglio di lui. Al posto di Di Michele e Scalise chiamino qualunque altra CANTANTE degna di questo nome, hanno solo l'imbarazzo della scelta. Ma che sia una brava e imparziale. Oppure chiamino - ancora meglio - un altro vocal coach che è preferibile. FUORI la categoria cantautori che non serve a una cippa lippa. Lì si canta, non si scrive. FUORI il meccanismo salvo non salvo: se proprio vogliono mantenere la sfida a squadre, esca l'ultimo in classifica della squadra che perde senza nessun intervento da parte della commissione. COMMISSIONE ESTERNA: sia negli speciali, in cui i ragazzi si giocano punti e robe varie, che al serale. I Docenti preparano, i commissari valutano. E hanno l'imbarazzo della scelta anche qui tra Mangiarotti, Dondoni, Zerbi, Balestra insomma gente che ne capisce un po'.  I docenti possono esprimere la loro opinione ma non valutare i ragazzi. A meno che non riescano ad essere un minimo coerenti cosa che hanno dimostrato (a parte Jurman e la Cele) di non saper fare. PROVINI: che li facciano in grazia di Dio e facciano entrare gente veramente brava e non casi umani o ciofeche che rendono il programma veramente inguardabile e di basso livello. Credo che ai provini si debbano orientare più sul talent che sullo show. Il meccanismo della sfida a squadre può andar bene ma le squadre devono essere equilibrate e soprattutto basta RVM che li fanno scannare. Dentro il Melodine: così si ha finalmente un parametro oggettivo di valutazione.
Atlas ---> La mia soluzione per per restituire ad Amici la dignità di Scuola (con la S) e di talent show e liberarlo da quella parte di reality (il tutti contro tutti) che attualmente ha preso il sopravvento, è un po' articolata... spero di riuscire ad esprimerla bene. Per me la "rivoluzione" dovrebbe partire dalla scelta degli alunni che vorrei fossero ammessi all'unanimità, o comunque a maggioranza assoluta, dagli insegnanti della loro disciplina, in modo da evitare poi discussioni sterili e recriminazioni. Inoltre i più meritevoli dovrebbero entrare fin da subito, il fatto di lasciarli fuori per non scoraggiare i concorrenti e non rendere inutili le sfide, come detto da Maria quest'anno, per me è privo di senso: se si mira all'eccellenza non si possono lasciar fuori i talenti sperando di inserirli poi, semplicemente perché può succedere qualunque cosa e la mezza tacca restar dentro al posto di uno realmente più meritevole, a scapito del livello di tutto il programma. Poi abolirei le squadre, inserimento recente che ha portato solo ad inasprire le polemiche e i litigi fra ragazzi tra loro e con/tra gli insegnanti. Le sfide in corsa le manterrei, ma solo fino a metà della prima fase, in modo da dare il tempo agli eventuali nuovi entrati di ambientarsi, dimostrare il proprio talento e conquistare il loro pubblico. Le esibizioni domenicali dovrebbero essere giudicate da un commissario esterno (un po' come accade adesso per le sfide) per ogni disciplina, il quale dovrebbe esprimere la propria valutazione in centesimi in modo da avere tutta una gamma di possibilità per essere preciso (60/100 per la sufficienza). I voti via via assegnati dovrebbero confluire in una sorta di "pagella" personale, insieme con tutte le varie, eventuali ed ulteriori valutazioni (interrogazioni sulla teoria, prove estemporanee, ecc.) attribuite dai professori della propria o anche delle altre discipline, qualora si decida che al serale i ragazzi debbano sostenere prove in tutte le materie. Per quanto riguarda il televoto, la classifica settimanale da esso scaturita dovrebbe essere tradotta proporzionalmente alla posizione occupata in un ulteriore voto, es. 100/100 al primo e 40/100 all'ultimo, da aggiungere in pagella e valido a tutti gli effetti come uno degli altri derivati dalle performance o dalle interrogazioni. In tal modo si avrebbe una sorta di garanzia per i più bravi di bilanciare lo scarso gradimento del pubblico e viceversa lo stimolo per i meno bravi di non cullarsi sugli allori del televoto favorevole. Del resto lo scopo del programma non è trovare un somaro che piace a casa o un talento inviso al pubblico, ma una persona che unisca in sé le due cose. Alla fine della prima fase dovrebbe avvenire il calcolo della media di tutte le valutazioni (comprese quindi quelle provenienti dal televoto) e chi ha la piena sufficienza va avanti, gli altri, anche se con 59/100, vanno a casa. Senza ripescaggi, quanti sono sono. Anche al serale niente squadre e soprattutto niente scelta di tutor e/o protetti, sperando così che i professori, lavorando quotidianamente gomito a gomito con tutti, riescano a mantenere un minimo di neutralità ed evitare le pessime figure di quest'anno. Le sfide serali dovrebbero essere individuali, uno dei due sfidanti potrebbe essere, senza possiblità di appello, l'ultimo nella classifica settimanale e l'altro deciso dalla commissione in modo da garantire una sfida equa (sia come bravura sia come possibilità di raccolta televoti) e comunque spettacolare, come era una volta. Le prove dovrebbero essere su tutte e tre le materie, con un occhio di riguardo a quella degli sfidanti che preferibilmente dovrebbe essere la stessa. Giudice supremo della sfida sarà il televoto. Chi vince resta e chi perde va a casa. Finalissima a 4 con sfide multidisciplinari incrociate come accaduto fino ad ora. 
Animazzurra ---> A mio parere non c'è alcuna utilità ormai alla sfida della domenica ma se ci deve proprio essere, allora facciano votare una commissione esterna il più possibile super partes (non amici di... o di...). Per quanto riguarda il serale del mercoledì trovo assolutamente assurdo mantenere il salvataggio da parte di questa commissione quindi anche qui o commissione esterna o forse più sensato, l'ultimo della squadra perdente. Inoltre perchè una finale a tre? Non è mai successo e non ne capisco sinceramente il motivo: almeno lo spiegassero, almeno spiegassero qualcosa una volta!!! Ah dimenticavo, è abbastanza assurdo che parliamo di commissione scorretta e non citiamo gli autori con le loro preferenze praticamente palesi e i loro taglia e cuci anche nei pomeridiani.
Barbara ---> 1) Durante il periodo "scolastico" niente divisione in squadre, esibizioni singole o di gruppo con valutazioni dall'1 al 10 per l'esibizione solo della puntata senza guardare ai vari "percorsi" che un allievo ha fatto....della serie se hai steccato, puoi anche aver fatto il tuo ben percorso da scarso a ottimo, hai steccato! Inoltre le valutazioni fatte sempre da personaggi esterni (del tipo un critico, un coreografo, un insegnante di canto).
2) Esibizioni miste cioè del tipo una parte cantata una ballata e una recitata (del resto questa era il primo scopo della scuola no??).
3) Voto in condotta dato dalla media dei voti di tutta la commissione che fa media con tutti gli altri voti allo scrutinio finale e se uno non ha la sufficienza in tutte le materie FUORI!
4) Sfide esterne decise dallo sfidante e non più dalla commissione o dagli autori...se uno vuole sfidare il più debole perché non lo deve fare???
5) L'ultimo in classifica se lo è per tre volte deve fare l'esame in tutte le materie e se la commissione lo ritiene idoneo lo stesso non va a casa altrimenti FUORI!!!
6) Al serale si sfidano gli ultimi due in classifica e per l'uscita deve essere fatta la media ponderata fra il voto di una commissione esterna e il televoto con esibizioni in tutte le materie, massimo 2 cavalli di battaglia, e dopo la sfida si esibiscono tutti gli altri.
7) Alla fine dell'esibizione di tutti la classifica decide i prossimi sfidanti (gli ultimi due) e così via fino alla finale.
Ovvio che di migliorie se ne possono fare a bizzeffe ma se non cambia qualcosa questo talent show diventerà (perché ho sentito che il prossimo anno levano la recitazione e già quest'anno si parla di vincita di 200mila€ + contratto discografico ... e i ballerini???) una brutta copia di X Factor!!!
Grazia ---> Si dovrebbe inserire una commissione esterna, che comunque va cambiata ad ogni serale. Non dare importanza al voto di classifica, poichè il pubblico in questo caso italiano va a simpatia, vedi Marco Carta prima ad Amici poi a Sanremo. Il voto deve essere dato da persone capaci a giudicare e non lasciare libertà ai messaggini anche di bambinetti.  Se una Anbeta risalta lo deve anche alla sua forte volontà, Karima è la vincitrice di Sanremo e non Carta. Lo studente non deve installare rapporti confidenziali con gli insegnanti, ai quali deve rispetto e lavoro di disciplina. Gli insegnanti devono essere imparziali, distaccati e guardare solo le potenziali capacità. Poichè non devono essere illusi e devono essere preparati a fare tutto: recitare, ballare, cantare, presentare. Tutti gli studenti devono ricevere la preparazione da tutti senza che ci sia la scelta da ambo le parti, così si eviterebbe di fraternizzare. Maria De Filippi ha fatto la sfuriata per tenerci incollati alla tv? PERCHE' NON è MAI INTERVENUTA PRIMA? Perchè solo ora? Le occasioni non sono mancate!! La Celentano è l'unica coerente e giustamente rigida!!!
Tiziana ---> Da anni seguo il programma Amici e già da tempo penso che gli insegnanti non siano affatto imparziali e favoriscano chi è loro più simpatico... Onestamente penso fosse ora che la De Filippi dicesse qualcosa (così come dovrebbero essere ripresi i ragazzi maleducati che spesso rispondo maleducatamente ai professori...) e gente arrogante come Fioretta andrebbe lasciata a casa... lei è la prima che vota per simpatia e risponde con arroganza agli altri professori che la riprendono... Sinceramente domenica pensavo di non guardare la puntata... perchè ormai i voti dei professori sono scontati e ridicoli... Maura Paparo poi si è dimostrata proprio poco professionale a confabulare con un'allieva per mettere in ridicolo durante un'esibizione un altro allievo a lei antipatico... Garrison poi ha proprio deluso... Ho scoperto invece che l'unica davvero "VERA" alla fine è proprio la Celentano, che tanto viene attaccata e che io stessa fino allo scorso anno reputavo antipatica.  Sì, ANCHE IO COME MOLTI ALTRI PENSO SIA MEGLIO AFFIDARE LA VOTAZIONE AD UNA COMMISSIONE ESTERNA, che deve cambiare però ogni puntata, altrimenti si rischia che anche così gli esterni abbiano simpatie e favoritismi, come succede a noi pubblico da casa. COMMISSIONE ESTERNA sia per le eliminazioni e assegnazioni di magliette prima del serale, sia naturalmente al serale e sabato e domenica... gli insegnanti che facciano SOLO ed ESCLUSIVAMENTE GLI INSEGNANTI!!! (perchè in fondo è "umano" che ognuno di loro preferisca al serale il proprio allievo e non l'allievo altrui... oppure TUTTI gli insegnanti dovrebbero insegnare A TUTTI GLI ALLIEVI, senza scelte e preferenze!).
MERCOLEDì IN QUESTO BLOG LA SECONDA PARTE DELLE PROPOSTE. QUALE TRA QUELLE RIPORTATE IN QUESTO POST TI CONVINCE DI PIU'? Dì LA TUA IN AREA-COMMENTI.
  • shares
  • Mail