Ecco le condizioni di Maria De Filippi per partecipare a Matrix: il microfono "gelato", Marco Carta, Anbeta Toromani, il regista, il pubblico

de%20filippi%20matrix%2001.JPG

Un'indiscrezione pubblicata da Dagospia consente di capire ancora di più quanto Maria De Filippi (voto: 8) sia un personaggio televisivo (ma soprattutto una persona) fuori dal comune, attenta ad ogni particolare, molto protettiva nei confronti delle sue "creature" e legittimamente sospettosa rispetto a possibili intercettazioni da parte di altre trasmissioni.
Ecco cosa si legge nel sito diretto da Roberto D'Agostino: "E' toccato all'indefesso Pier Silvio (Berlusconi, ndB), con un volo privato Milano-Roma, convincerla a partecipare a Matrix (Mediaset non ha gradito per nulla la mossa di Vespa di piazzare la puntata di Sanremo con Bonolis proprio in concomitanza col debutto di Alessio Vinci). A quel punto, la De Filippi ha imposto le sue condizioni per fare l'ospite ingrugnita.
Prima di tutto si è portata un suo microfono ("gelato") per svicolare le eventuali intercettazioni di Striscia la notizia, quindi ha preteso in studio la presenza del suo vincitore di Sanremo Marco Carta e della ballerina albanese che non l'abbandona mai (Anbeta Toromani, ndB). Non è finita: aggiungere il 'suo' regista per il montaggio della registrazione e il 'suo' direttore di studio - finanche il pubblico di figuranti di Matrix è stato sostituito per una sera dai ragazzi di Amici (gli applausi contano eccome)".
Risultato? Matrix ha toccato il suo record stagionale, con 2.121.000 spettatori e uno share del 28,5%. Ed entrando nel dettaglio emerge un ascolto decisamente femminile (36% di share, contro il 20% degli uomini), molto giovane (picchi di quasi il 40% fra gli adolescenti e i giovani) e sostanzialmente popolare. Corrispondente, dunque, al target che segue tutte le trasmissioni della conduttrice.
  • shares
  • Mail