Dov'è mia figlia?, domenica su Canale 5 l'ultima puntata: ecco cosa accadrà. Rassegna stampa sulla fiction

Scritto da: -

Dov'è mia figlia?, domenica sera su Canale 5 l'ultima puntata. Claudio riuscirà a trovare la figlia? Ecco le anticipazioni sulla trama e la rassegna stampa sulla serie.

dov'è mia figlia-ultima puntata-canale 5.jpg Domenica 25 settembre in prima serata su Canale 5 andrà in onda la quarta e ultima puntata di Dov’è mia figlia? (voto: 6,5) con Claudio Amendola (6,5) e Serena Autieri (7).
SPOILER Claudio ha scoperto le responsabilità del fratello Marco (Edoardo Leo), che intanto riesce a saldare i suoi debiti e supplica Serrano (Edoardo Sylos Labini) di liberare la nipote. Ma il cerchio attorno ai criminali si sta stringendo. Claudio invididua il loro nascondiglio e anche la polizia, grazie a un’intercettazione, arriva al covo. Mentre ha inizio lo scontro a fuoco Sabina attende con trepidazione il ritorno del marito.

RASSEGNA STAMPA Mirella Poggialini su Avvenire: “Dopo aver suscitato critiche e consensi con l’apologia della famiglia allargata, ne I Cesaroni, ecco che Claudio Amendola supera se stesso con l’ottima interpretazione del padre in Dov’è mia figlia?, film in quattro puntate scritto da Andrea Purgatori e da Giuseppina Torregrossa. Interessante svolta, nelle tematiche comuni alla fiction tv: in cui la famiglia perfetta del protagonista, un costruttore edile di buona fortuna, rivela strane incrinature quando la figlia sedicenne sparisce dopo la festa dl suo compleanno, e lentamente emergono, nel panorama apparentemente sereno, guizzi di dolore e di menzogna che svelano, dall’ambiente e della famiglia, aspetti impensabili. Un fratello-socio che altera i conti, un tradimento che sta frantumando l’accordo fra i coniugi, un bambino che si copre le orecchie nella notte quando i genitori altercano violenti…. Dove è finita Chiara, che un’inquietudine oscura ha condotto nelle nebbie della notte verso la scomparsa? E quanto conta, nell’economia delle vicende, che il bravo Claudio tradisca la moglie, pur negando, e che il matrimonio perfetto stia invece crollando? Diretto da Monica Vullo con piglio sicuro e montaggio fin troppo scandito, semplice nei toni e nel linguaggio, il film si impernia sull’interpretazione di Amendola, ben inserito nella parte e nelle sue sfumature: ma sono da apprezzare anche Serena Autieri, la moglie inquieta, e Benedetta Gargari, che dà alla figlia i toni ombrosi e anche scostanti che spesso i sedicenni ostentano. Alla fine di tutto resta una considerazione amara: possibile che in televisione ci siano solo o le famiglie «perfette» degli spot o quelle «distrutte» delle fiction?”.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!