Uomini e Donne, successo per la versione con gli anziani. Rassegna stampa: meglio dei corteggiatori giovani, Maria De Filippi si diverte

Scritto da: -

uomini%20e%20donne%20over.JPG

Grande successo per il nuovo esperimento televisivo di Maria De Filippi (voto: 8), che ha dato il via ad un'edizione speciale di Uomini e Donne (6) dedicata alla terza età, in onda da lunedì 11 gennaio su Canale 5. Piace al pubblico la versione "anziani" del talk dei sentimenti, seguito nella prima puntata da 2 milioni 811 mila telespettatori pari al 24,02% di share e che già nella seconda puntata di martedì 12 gennaio supera i 3 milioni di telespettatori con una media di share del 25,55%.
Aldo Grasso scrive su Il Corriere della Sera: "Le differenze tra tronisti e corteggiatrici young e old sono evidenti su diversi piani: gli anziani hanno più proprietà di linguaggio, c'è meno astio e competizione tra donne; a differenza dei tronisti young, gli old sembrano piuttosto impauriti da corteggiatrici che hanno perso ogni freno inibitore (come la spavalda Miresa). Molte signore si presentano dichiarando non l'età anagrafica ma gli anni di vedovanza. Anche le regole del corteggiamento sono diverse: più fiori e complimenti, meno strategie (il tempo stringe…) e melodramma. Una costante è il rituale del ballo: anche nella versione senior si balla, passando dal liscio alla sensuale La isla bonita di Madonna. Una cosa curiosa è che, nella versione senior, le parolacce, soprattutto quelle della verace opinionista Rosetta ('E allora, caz…'), non vengono bippate. Maria abbandona la sua posizione defilata sugli scalini per gestire più da vicino il rituale del corteggiamento, qualcosa che sta tra il 'surveillance show' (la cinica violazione dell'intimità dei vecchi) e l'erotismo da terza età".
Antonio Angeli su Il Tempo: "Altro che pannolone! I 'non più giovanissimi' di oggi sono ben diversi da quelli di ieri. Tra palestra, diete e Viagra tutto sono meno che vecchi. Nel corpo e nello nello spirito. A proporsi come cuori solitari c'erano i campioni di un 'gerontogruppone' per il quale (sempre per motivi di tatto) non ipotizziamo l'età media. Comunque sopra gli ottanta ce n'era più d'uno. Ma che energia! Capiamo perché Maria De Filippi è la numero uno (chissà se Maurizione le ha dato qualche consiglio…?) Nelle sue trasmissioni non c'è traccia di tele-banalità. L'ovvio, lo scontato, il patinato semplicemente non appaiono. Amici, Uomini e Donne, C'è posta per te sono i programmi più seguiti del momento e per un motivo meravigliosamente democratico. Sono realmente popolari. Ci sarà pure un po' di trash, il tronista, il coatto e la strappona. Tutta gente alla quale ai provini veniva detto: 'Vada, la richiameremo noi'. Ma non sarebbero mai stati richiamati perché troppo coatti, bruttarelli o vecchi. Maria li ha accolti tutti, perché avevano qualcosa da dire. Alla malora lo snobismo. Brava! E ora, giustamente, vince".
Camilla Costanzo su Libero: "Vecchietti 'pizzangrilli' e pieni di voglia di vivere che vogliono dimostrare a se stessi e agli altri che la vita, dai settanta anni in poi, non è finita, ha solo preso una piega diversa. L'abilità che Maria mostra con loro è quasi superiore a quella che usa con i giovani. Si vede che si diverte, che sa trattarli e parlarci".
Stefania Carini su Europa: "Il trucco è sempre lo stesso. Dare spazio al caso più o meno umano, e farne show. Doppia lettura: c'è parte del pubblico che si immedesima e parte del pubblico che se la ride. Insieme, fanno share. E la De Filippi gode. Una cosa però è palese: questi 'uomini e donne di un certe età' sono più ironici di qualsiasi altro/a tronista mai visto/a su Canale 5".
Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!